La Grande Guerra a Sipicciano

La Grande Guerra a Sipicciano

“Gente comune della Grande Guerra”. Lo spettacolo vuole, attraverso la fitta corrispondenza da e per il fronte, dar voce a quanti sono stati coinvolti nella Grande Guerra. Per la prima volta, in Italia e in Europa, le sorti di milioni di uomini e donne comuni, furono simultaneamente legate a unico filo, o meglio a un’unica rete, che le rese in certa misura interdipendenti, intrecciate tra loro, collocate su un comune orizzonte, segnate in gran parte dagli stessi disagi, dagli stessi timori, dalle stesse sofferenze.

Osteria da Shakespeare & co.

Osteria da Shakespeare & co.

Tra amanti sfortunate, re pazzi e cortigiani maldestri, Shakespeare parla di cibo in ognuna delle sue opere. Il dramma in cui cibo e bevande sembrano fare la parte del leone, è il Macbeth. Qui il vino è metafora del sangue che scorre. Il cibo, nel Macbeth, è anche un modo per descrivere quanto i valori umani possano venire alterati: il latte della madre può diventare fiele e animali erbivori come i cavalli possono impazzire divorandosi tra loro, forse Shakespeare aveva previsto le ‘mucche pazze’ del futuro. La particolarità della nostra Osteria, quindi, è che gli spettatori-commensali si troveranno immersi in atmosfere e contesti shakespeariani, divenendo così essi stessi parte integrante […]

AgriCulture un Festival tra cultura e natura

AgriCulture un Festival tra cultura e natura

E’ un Festival che attraversa luoghi di particolare bellezza. Un progetto artistico concepito come un laboratorio in movimento delle arti e del pensiero, della ricerca e del confronto con le radici. Un Festival per riscoprire e collegare cultura e natura, la velocità e la scoperta della lentezza, ed anche per immaginare il rituale, il mito e la magia. Vogliamo raccontare per immagini la Tuscia, un territorio tra i più belli e integri d’Italia, e approfondire la figura del Cantastorie.

Teatri in movimento

Teatri in movimento

Una stagione teatrale inconsueta, appunto Teatri in movimento. La nostra progettazione culturale è partita sempre dal territorio, dai luoghi e gli spazi. Usando i vari spazi messi a disposizione dai Comuni per le nostre attività, abbiamo creato un cartellone itinerante. Si creerà così un pubblico, non solo stanziale, ma anche ‘errante’, che seguirà spettacoli e attività da un Comune all’altro. L’Officina i porti della Teverina sarà così attraversata e animata da spettacoli, sia per un pubblico adulto sia per bambini, e ancora da un laboratorio teatrale, da letture e corsi sulla voce, seminari e laboratori nelle Scuole e tante altre attività, per scommettere sulla Cultura come momento di crescita e […]