A Gradoli la mitologia greca

A Gradoli la mitologia greca

Il Teatro Null, nell’ambito del SI.BI.LA.BO. Festival 2021, presenta per la biblioteca comunale di Gradoli, “Alla scoperta della mitologia greca”, venerdì 18 giugno ore 17,00 in piazza Luigi Palombini. Uno degli aspetti principali che caratterizzano la Grecia antica è la mitologia, che si conosce sia per la ricchezza dei miti che per il gran numero di divinità, le cui gesta sono arrivate fino ai giorni nostri. In questo progetto parleremo innanzitutto di Gea che fu la progenitrice del mondo e degli dei dell’Olimpo. Poi incontreremo Zeus e scopriremo la sua storia, di come sia sopravvissuto alla furia del padre Crono, che dopo aver appreso da un oracolo che un suo […]

Il Teatro Null presenta “Le nozze” da Checov

Il Teatro Null presenta “Le nozze” da Checov

Il laboratorio sul radiodramma del Teatro Null, prima della pausa estiva che rivedrà nuovamente in scena in presenza i suoi componenti, propone uno straordinario affresco, l’atto unico “Le nozze” da Checov, nella riscrittura di Gianni Abbate. L’opera, scritta nel 1889, costituisce la naturale prosecuzione dell’altro atto unico “Una domanda di matrimonio”, che Cechov aveva scritto soltanto l’anno prima. Questa breve opera ci presenta un pranzo di nozze, durante il quale si confrontano personaggi appartenenti alla piccola borghesia russa, dove in un’atmosfera nella quale la voglia di mostrarsi all’altezza, di apparire quello che non si è, si va a scontrare con le loro grettezze e brutalità. Con Le nozze apparentemente Cechov […]

In arrivo dal Teatro Null una “Lisistrata” in blues

In arrivo dal Teatro Null una “Lisistrata” in blues

Il laboratorio sul radiodramma del Teatro Null propone una nuova divertente commedia. Si tratta di “Lisistrata” di Aristofane, di grande attualità e riscritta e adattata per la radio da Gianni Abbate, diventando “Lisistrata blues”. La particolarità di questa riscrittura, è appunto l’uso di brani cantati sulle note blues scritte da Salvo McGraffio che è anche l’aedo della commedia. Il blues è notoriamente definito come la musica dell’anima e nasce per esprimere i sentimenti degli afro-americani riguardo la schiavitù, la tristezza e la libertà. In “Lisistrata blues” viene usato per esprimere lo stato d’animo delle donne snervate dalla follia della guerra. Venne messa in scena da Aristofane nel 411, in un […]

Il Teatro Null mette in scena “Una domanda di matrimonio”

Il Teatro Null mette in scena “Una domanda di matrimonio”

Il laboratorio sul radiodramma del Teatro Null, che ha raggiunto i cinquemila ascolti,  propone una nuova creazione “La domanda di matrimonio” di Anton Cechov, rivisitata da Gianni Abbate. Si tratta di un atto unico scritto da Cechov nel 1888. La pièce, tra incomprensioni, antiche ripicche di cosiddetto buon vicinato e comici spaccati di vita agreste, ci mostra l’approccio fra due rampolli di buona famiglia in cui i battibecchi si alterneranno a riappacificazioni, facendo presagire quello che sarà poi la vita matrimoniale futura. Ivan Vasìlievic Lomòv, ‘il buon vicino’, si presenta in casa del possidente Stièpan Stiepanòvic Ciubokòv per chiedere in moglie la figlia Natasha. Ivan ha deciso di sposarsi, ma […]

Per la Giornata della Memoria 2021 “Un witz ci salverà”

Per la Giornata della Memoria 2021 “Un witz ci salverà”

“Un witz ci salverà”, ultimo podcast del Teatro Null parla della storia dell’antisemitismo e di un popolo capace di una feroce autoironia anche nei momenti più bui, perfino durante il nazismo. E’ un’immersione nella lingua e nella cultura Yiddish, per raccontare la condizione universale dell`Ebreo errante, il suo essere senza patria sempre e comunque. La leggerezza delle battute più sottili in contrasto con i racconti dei lager e dei soprusi. Un puzzle Yiddish coinvolgente, colorato, al quale partecipano tutti i personaggi-tipo: ebrei polacchi, americani, russi e tedeschi, commercianti, sarti e rabbini, tornando così sui passi di «quel popolo eletto» cacciato e sparso per il globo, eppure unito dalla propria mastodontica […]

Un Natale con Agatha Christie

Un Natale con Agatha Christie

Il laboratorio sul radiodramma del Teatro Null mette sotto l’albero di Natale “Il canto del cigno” di Agatha Christie. Si tratta di un racconto che ha come protagonista una cantante lirica Paula Nazorkoff,  adattato e sceneggiato per la radio da Gianni Abbate. E veniamo alla trama: Madame Paula Nazorkoff è un soprano famosissimo, ma dal carattere problematico, si trova a Londra per una serie di brevi apparizioni. Il suo manager, il signor Cowan, ha organizzato cinque apparizioni al Covent Garden e una performance nel teatro privato del castello di lady Rustonbury, alla presenza di personaggi reali, ma lei è contraria e preferirebbe non andarci. Il nome “Rustonbury” risulta però familiare […]

Il rilegatore Wanninger

Il rilegatore Wanninger

Va in onda oggi 23 novembre 2020, sul podcast del Teatro Null, la prima produzione del laboratorio sul radiodramma, “Il rilegatore Wanninger” di Karl Valentin. E’ l’odissea di un rilegatore sballottato da un ufficio all’altro della ditta Meisel & Co. alla quale deve consegnare dodici libri. Valentin fu esponente principale del cabaret tedesco, “quello con la k e la doppia t finale”, apparentemente privo di senso, ma celante in realtà mirate satire sociali. Fu un personaggio assai noto nella fumosa Monaco della Weimarer Republik. Al Frankfurter Hof, dove nel 1908 ottenne un ingaggio quando iniziò a comporre i primi monologhi, conobbe Liesl Karlstadt, spalla fedele che avrebbe duettato con lui […]

Omaggio a Sepùlveda online

Omaggio a Sepùlveda online

Omaggio a Luis Sepúlveda: un’incredibile voce, sospesa tra l’America latina a cui apparteneva e l’Europa dove si era rifugiato, si è spento in aprile a 70 anni in un ospedale di Oviedo Spagna. Il Covid-19 ha ucciso anche lui, l’ultimo dei combattenti. Esule politico, guerrigliero, ecologista, viaggiatore dal passo ostinato e contrario, esordì con un racconto bollato come pornografia dal preside del suo liceo, a Santiago del Cile. “Era il ’63. “Ci innamorammo tutti della nuova professoressa di storia.” – disse – “La signora Camacho, una pioniera della minigonna. Un compagno di classe mi chiese di scrivere una storia su di lei. Scrissi quindici-diciotto pagine che finirono nelle mani del […]

“C’era una volta un re anzi tre” online

“C’era una volta un re anzi tre” online

“C’era una volta un re, anzi tre” Sono una serie di fiabe scelte dalle raccolte di Luigi Capuana e riscritte da Gianni Abbate, ed un omaggio a Gianni Rodari in occasione dei cent’anni dalla nascita. Capuana, scrittore siciliano dell’800, iniziò a scrivere fiabe quasi per gioco, un bambino gli aveva chiesto di scrivergliene una. Quando iniziò a scrivere, fu sbalordito di ritrovare dentro di sé le incredibili meraviglie di quest’universo inesplorato, di questa forma d’arte primitiva e spontanea. Fu solo l’inizio, perché alla prima fiaba ne seguirono altre e altre ancora, fino a diventare una e più raccolte. Invece per Rodari si ascolterà “Il tamburino magico”, in una versione veramente, […]